Guida ai registratori vocali analogici: prodotti per dettagli, costi e marche. Consigli utili

Quando si decide di acquistare un registratore vocale dobbiamo capire come funziona la registrazione. Molto spesso, infatti, il registratore può registrare in formato analogico per poi modificarlo in formato in digitale.

In questo articolo andiamo a capire che cosa significa registrare in formato analogico ma soprattutto, cosa sono i registratori vocali analogici e come sfruttarli al meglio.

Caratteristiche dei vari registratori vocali analogici

Per prima cosa dobbiamo capire che cosa sono i registratori vocali analogici. I registratori vocali sono degli strumenti che servono appunto, per la registrazione di audio e conversazioni.

Quando si parla in generale di formato digitale, pensiamo sempre ad un formato nuovo, fresco, insomma il più utilizzato negli ultimi tempi. Se invece, andiamo a pensare alla parola analogico non ci viene altro che pensare alla parola vecchio. Questo però non è del tutto corretto. Infatti, come abbiamo capito dal titolo, i registratori vocali non sono soltanto in formato in digitale ma anche in quello analogico. Non sono poi così rari da trovare.

Le caratteristiche che possiamo trovare all’interno di un registratore vocale analogico sono le seguenti:

  • il formato di registrazione
  • il microfono
  • il costo

Quanto vale il formato della registrazione in un registratore vocale analogico?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo ben capire che cosa si intende per formato della registrazione. Per formato della registrazione si intende le dimensioni effettive che si vogliono utilizzare per registrare ogni singolo audio.

Se decidiamo di utilizzare un formato di grandi dimensioni scuramente avremo un audio di qualità eccellente. Se invece, decidiamo di registrare con formato di piccole dimensioni ovviamente l’audio non sarà di ottima qualità. Questo significa che, quando andiamo a registrare un audio e decidiamo di registrarlo in formato analogico, se vogliamo che il nostro audio abbia una qualità eccellente, dobbiamo poi trasformarlo in digitale.

Nel caso in cui invece, non ci importasse granché della qualità dell’audio ma solo della dimensione, perché magari abbiamo poca memoria all’interno del nostro registratore vocale, allora possiamo tenerlo in formato analogico.

Perciò, per rispondere alla domanda posso dire che dipende. Dipende da cosa ci aspettiamo da quella registrazione ma soprattutto, dall’effetto che vogliamo ottenere. Se vogliamo ottenere un audio eccellente dobbiamo assolutamente trasformare il nostro audio in formato digitale.

Il microfono incide su una registrazione fatta con un registratore vocale analogico?

Si, su questo tipo di registrazioni ma in generale in qualsiasi il formato incide notevolmente. Infatti, il microfono è la parte fondamentale del registrare vocale. Senza il microfono, il registratore vocale non avrebbe senso di esistere. Questo perché se il microfono è utilizzato in maniera corretto potremo permetterci di eseguire una registrazione perfetta al di là del formato che stiamo andando a scegliere.

Il microfono non bada molto al tipo di formato che stiamo scegliendo, per lui è importante solamente che non ci siano ostacoli che impediscano di fare una registrazione eccellente. Se vogliamo essere anche un po’ più professionali possiamo scegliere dei microfoni esterni. I microfoni esterni ci permetteranno di catturare una registrazione nettamente più bella.

Quanto costano i registratori vocali analogici?

Parliamo ora di costi. I costi per i registratori vocali analogici non solo assolutamente eccessivi. Si parte da un costo minimo di 20 euro per i registratori vocali analogici di fascia bassa. Si sale un po’ di più con un costo di circa 40 euro per i registratori vocali analogici di fascia media.

Infine, se decidiamo di spendere un pochino di più e comprare un registratore vocale di fascia alta allora dovremo essere pronti a spendere circa 80 euro.

Come possiamo vedere i prezzi dei registratori vocali analogici non sono per nulla eccessivi e tutti si possono permettere di acquistarne uno. Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta perché non ci resta che scegliere quello che più ci piace.

Conclusioni

Siamo giunti quindi alle conclusioni. I registratori vocali analogici sono degli ottimi strumenti che tutti dovrebbero utilizzare. I registratori vocali, infatti, sono utilissimi per registrare qualsiasi cosa ci viene in mente.

Il fatto poi di scegliere un registratore vocale analogico ci permetterà di avere un audio di buono qualità tendendo sempre un formato abbastanza piccolo. Potremo registrare tantissime cosa senza mai preoccuparci che la memoria si riempia velocemente. Infatti, la memoria di un normale registratore vocale è di circa 4 gb.

Molto spesso però, i registratori vocali hanno la possibilità di espandere la propria memoria interna con una memoria esterna per un massimo di 32 gb. Questo è il massimo che un registratore vocale riesce a supportare all’interno. Se 4 gb sono tantissimi, 32 gb saranno davvero sufficienti per qualsiasi tipo di registrazione, anche quella di un formato digitale pesantissimo.

Perciò, se abbiamo necessità di acquistare un registratore vocale, scegliamo un registratore vocale analogico. Piccolo facile da utilizzare e con tantissima memoria all’interno. Anche il prezzo, davvero super piccolo ci permetterà di scegliere quello che ci piace di più senza preoccuparci di prendere il meno costoso.

Laureata in scienze dell’educazione e della formazione mi piace condividere ed educare gli altri ad essere più consapevoli di se stessi e del mondo di cui fanno parte. Mi piace la tradizione ma la mia vera passione è la tecnologia e tutto ciò che ne comprende. Mi piace l’idea di educare ad una tecnologia consapevole senza abbandonare la tradizione.

Back to top
menu
miglioriregistratorivocali.it