Registratori vocali ricaricabili: migliori prodotti di Novembre 2021, prezzi, recensioni

I registratori vocali sono caratterizzati da una alimentazione autonoma la quale permette una fruizione dei congegni senza bisogno che questi debbano essere collegati ad alcun cavo. Il tipo di batteria di cui sono abitualmente provvisti sono le stilo AAA, che andranno cambiate ogni qualvolta si esauriranno; in alternativa è possibile adoperare delle batterie NiMH (Nickel-Metal Hybrid) che possono essere rigenerate.

Queste infatti devono essere ricaricate ma non sostituite.

Altri tipi di registratori lavorano con una batteria al litio che assicura livelli di autonomia più ampi rispetto alle tradizionali pile stilo e può essere caricata con un adeguato trasformatore. In tutti i casi, un numero adeguato di ore di registrazione è assicurato.

Sebbene la maggior parte dei cellulari suppongano un congegno di rilevazione, i registratori sono rinforzati da un microfono di livello nettamente superiore rispetto a quelli immessi sui cellulari e in grado di captare con maggior precisione le varie successioni nonchè le ridottissime frequenze sonore che altrimenti andrebbero persi nell’etere.

Il microfono

Il registratore vocale è generalmente in grado di campionare la voce dei parlanti anche se questi non fossero vicini; una caratteristica che potrebbe tornare molto utile se dobbiamo riportare un’intervista o una riunione. Ciò è possibile grazie al microfono integrato di cui sono dotati normalmente questi congegni; spesso, questo ricevitore è sensibile al punto da catalogare una conversazione anche a molti metri di distanza, riuscendo a garantire una registrazione chiara.

La sensibilità resta per cui il valore decisivo per annoverare la efficienza di un registratore vocale sebbene non vengano forniti dati tecnici in merito. I produttori, infatti, tendono a precisare semplicemente la tipologia di microfono collocato nell’apparecchio.

La memoria

Se abbiamo prediletto un registratore vocale digitale dovremo domandarci qualcosa anche circa la memoria di cui potremo disporre. La capacità della memoria ovviamente si modifica in base alla proprietà di campionamento che abbiamo selezionato. Solitamente, le case produttrici esprimono la capacità della memoria interna del registratore attraverso il parametro  GB, mentre altre volte viene dichiarata mediante durata massima di rilevazione. Non occorre specificare che più capacità di memoria avremo, tanto sarà raccomandabile l’acquisto ai fini del nostro lavoro, di qualunque natura esso sia..

L’altoparlante

Se proviamo ad ascoltare più volte le nostre registrazioni da uno specificato dispositivo magari dovremo assicurarci che nel formato che stiamo preferendo sia previsto un altoparlante incorporato. In genere questo tipo di dispositivi per la registrazione è ideato con uno speaker da 300 mW.

Ingressi

La possibilità di unire al nostro registratore altri elementi efficaci può modificare completamente le possibilità di uso di un certo modello. Prima di tutto, nella maggior parte dei registratori vocali in commercio verifichiamo un ingresso per inserire un microfono extra: microfonare il nostro strumento ci riconosce di utilizzarlo per registrare un discorso più da vicino.

Tra le potenziali funzioni extra di un congegno per registrare va esaminata l’interruzione automatica che riconosce al registratore di sostenere automaticamente la rilevazione quando non viene ricevuto alcun segnale di suono: ciò tutela un risparmio notevole in termini energetici. Alcuni modelli presumono anche l’utilizzo di un calendario e di un orologio in grado di catalogare le nostre registrazioni inserendovi la data e l’ora di registrazione.

Un tipo di funzione che potremmo indicare come conveniente è anche quella relativa all’annullamento dei rumori, ovvero di quelle sequenze sonore ambientali che disturbano la nostra registrazione.

La compatibilità

Nel caso dei registratori digitali dovremo volgere la nostra preferenza verso un modello che sia compatibile con il nostro sistema operativo di riferimento. Se dovessimo infatti optare per un registratore del tutto incompatibile con il nostro computer, l’acquisto si rivelerebbe del tutto inappropriato.

I brand

Per questa classificazione di prodotto avere fiducia nel brand può essere importante, esattamente come eliminare dal nostro osservatorio di scelta le aziende produttrici poco conosciute. Trattandosi di congegni abbastanza complessi, dalle componenti sofisticate, bisognerebbe sempre riporre fiducia in aziende piuttosto accreditate.

Marchi meno conosciuti partecipano alla gara di lancio magari proponendo anche modelli dal prezzo conveniente ma non per questo funzionali. Tra i brand, pilota del segmento di mercato, possiamo di certo stabilire Sony e Philips.

Anche il prezzo è un motivo che va prudentemente esaminato prima di proseguire nell’acquisto. Trattandosi di una piazza non troppo concorrenziale è possibile suddividere l’offerta in due grandi fasce di costo: basica e media.

Per i registratori basici non potremo portare a casa un prodotto particolarmente ingegnoso mentre i modelli appartenenti alla fascia media, o alta, sono non solo una garanzia per quanto concerne la  qualità del prodotto ma anche in merito al customer care. E’ fondamentale infatti ricevere assistenza in tutte le fasi dell’acquisto. Dalla selezione alla messa in opera del prodotto fino all’eventuale guasto o riaggiornamento del congegno.

Consideriamo infatti che i registratori vocali vengono usati principalmente in ambito professionale ma qualunque sia la ragione per cui ci si muova verso questo tipo d’acquisto, è bene stimare le aspettative pratiche prima di considerare la scelta di un modello o di un altro.

Back to top
menu
miglioriregistratorivocali.it